Best drugstore foundation for dry skin 2015Prescription nolvadex for saleBuy inderal canadaCanada drug helpDrug stores spartanburg scPropecia for sale canada L’autovelox è un (non) problema?

Dati delle raccolte firme alla mano, sembra che a Crema l’emergenza vera sia un autovelox. Il sentire comune è più preoccupato per una multa che per una donna vittima di violenza ed il dato dovrebbe farci riflettere. Un migliaio le firme raccolte da una forza politica locale per far rimuovere l’autovelox in tangenziale, una cinquantina quelle raccolte dall’Italia dei Valori, a Crema, in appoggio alla proposta di legge dell’On. Nello Formisano per il contrasto al grave fenomeno del femminicidio. Numeri che vanno spiegati e giustificati. A Crema i problemi sono tanti, e l’autovelox non è certo una priorità, almeno rispetto al diritto alla vita di una donna.

Campagna Tesseramento Italia dei Valori 2015

Campagna Tesseramento 2015 Italia dei Valori!!

Dai, facciamo sentire la nostra presenza. Copia il link nel browser.

 

http://www.idv-uno.it/albegprs@vodafone.it

Moschea a Crema. Quando l’ultimo problema diventa il primo

A Crema (Cr) non si parla d’altro. Moschea, Musalla, Luogo di culto islamico; la possiamo chiamare come vogliamo, ma è sempre la stessa cosa, il problema principale della nostra città. Non per i cremaschi, la cui unica preoccupazione è riuscire ad unire il pranzo con la cena con i pochi spiccioli rimasti di stipendio e pensione dopo il pagamento delle varie tasse, imposte e bollette che mensilmente arrivano. La nostra amministrazione comunale pare intenzionata a proseguire con la costruzione della struttura, ma i cremaschi non la vogliono e le raccolte di firme del Club Forza Silvio 1 di Crema lo dimostrano (come se fosse necessario). A sostegno anche le chiacchiere dei cremaschi al bar, al mercato ed in tutti i luoghi di ritrovo. Giusto sabato al mercato coperto, (tra l’altro affollato nonostante la crisi) si parlava di Moschea, un bel dibattito tra anziani infervoriti, ma poco in là, nascosto alla vista, un signore rovistava nel cassonetto dell’umido in cerca di qualche avanzo da portare a casa per mangiare. Alla luce di questo è davvero la musalla o moschea il problema principale a Crema? Non sarebbe meglio prima occuparci di quel signore, che rappresenta tanti altri che non hanno il coraggio che ha avuto lui, e fare avere loro i beni di prima necessità? Davvero, il blog se lo chiede, le necessità di altri diventano prioritarie rispetto a quelle dei nostri concittadini? Ne siamo sicuri?

Cimitero Maggiore di Crema, cestini usati per rifiuti domestici

Ancora degrado ed inciviltà al Cimitero Maggiore di Crema. Dopo il precedente episodio di rifiuti e fiori in plastica abbandonati in ogni dove, segnaliamo di aver notato che talvolta i cestini per i rifiuti cimiteriali (intendiamo fiori, vasi, lumini, involucri vari) sono spesso utilizzati per smaltire rifiuti domestici. Stamattina abbiamo fotografato uno di questi cestini in cui è stato gettato del pane. Altre volte vi avevamo trovato sacchetti dell’umido. Si tratta, chiaramente, di pura maleducazione. I contenitori posti all’interno del cimitero, superfluo ribadirlo, hanno una loro funzione che è quella di raccogliere i rifiuti derivanti dalla cura delle sepolture (ovviamente non si tratta di rifiuto a rischio infettivo). Il pane secco, così come il rifiuto umido, non deriva da queste operazioni. Basterebbe un po’ di senso civico ed anche il Camposanto sarebbe un po’ più in ordine e pulito.Rifiuti al Cimitero di Crema

Incuria e sporcizia al Cimitero Maggiore di Crema /1

Sarà colpa del vento che dissemina fiori e vasi ovunque, sarà colpa dell’uomo che non li raccoglie, fatto sta che al Cimitero Maggiore di Crema regna una certa incuria. La foto è stata fatta al termine del Muro di Cinta Levante 7 ove in un angolo  (poco nascosto, a dire il vero), si sono accumulati fiori finti, vasi, pezzi di marmo, incarti di caramelle e rottami di piastrelle. Diamo pure la colpa al vento che, quando è davvero forte, riesce a sradicare i vasi dalle lapidi ed a sparpagliarli per il camposanto; di vero c’è che nessuno li ha mai raccolti e gettati nei cassonetti. Terremo la situazione sotto controllo e pubblicheremo gli aggiornamenti sul blog.

Rifiuti abbandonati al Cimitero Maggiore di Crema.

Rifiuti abbandonati al Cimitero Maggiore di Crema.

Ciclabile “Gronda Nord” /2

Continua la battaglia dei residenti nel quartiere cremasco dei Mosi, riguardo all’installazione di un semaforo sonoro presso la ciclabile “Gronda Nord” (ne abbiamo parlato in un post precedente). E’ di pochi minuti la comunicazione che è stata creata una pagina Facebook che sia una bacheca per lo scambio di opinioni e consigli ed un tavolo di dibattito con le forze politiche locali.

Trovate la pagina all’indirizzo https://www.facebook.com/semaforosonoro

grondanord