Gronda Nord, una ciclabile poco sicura

Le piste ciclabili sono da sempre un grattacapo per gli utenti della strada. Ne vorremmo ovunque, ampie, ben illuminate e soprattutto sicure ed una maggiore attenzione da parte di chi ne usufruisce. Sicuramente una maggiore sensibilità da parte di tutti renderebbe la vita sulla strada più sicura e piacevole. Ma come dev’essere un attraversamento pedonale per essere davvero sicuro? Certamente illuminato e ben segnalato.

Ci ha scritto Davide Cantoni, un ragazzo non-vedente residente nel quartiere dei Mosi, segnalandoci di avere seri problemi ad attraversare la ciclabile posta sulla cosiddetta “Via Gronda Nord”, la strada che collega la periferia di Crema all’Ipercoop ed alla Paullese; è una strada molto utile e valida sostituta della rotonda “Rondò”, in alcune ore del giorno alquanto impraticabile ed intasata di traffico. Tornando alla Gronda Nord, questa strada si raccorda, tramite rotonda (chi non ha mai visto il monumento dedicato all’arte organaria posta in cima?) a via Treviglio, da e verso Crema.

L’unico attraversamento pedonale per entrare in città dal quartiere dei Mosi è quella posta all’imbocco della strada. E’ a raso, colorato in modo da essere visibile di giorno ed è dotato di segnaletica di stop per ciclisti e pedoni, che dovrebbe essere rispettata da chi la voglia impegnare. Il vero problema è che ben pochi tra automobilisti e ciclisti rallentano all’approssimarsi della ciclabile e quindi viene ad essere un vero problema attraversarla in sicurezza. A questo si aggiunge la mancanza di una propria illuminazione, e quindi di sera è molto poco visibile. Se si pensa che per una persona normo-vedente è alquanto difficile poter attraversare la strada senza essere investiti, immaginiamoci per chi, come Davide, deve affrontare l’incrocio affidandosi al proprio udito, al proprio istinto ed al bravissimo (ci tiene a sottolinearlo, con una punta di orgoglio) cane, appositamente addestrata per essere sua fedele guida. Comportamenti spesso ambigui degli automobilisti, come finte partenze o fermate rallentate, creano confusioni nel cane guida e non poche difficoltà per Davide nell’attraversare quei pochi metri di ciclabile; difficoltà che non sono iniziate di recente, ma già nel 2012 quando ancora non aveva il cane ed era costretto a farsi accompagnare da qualcuno durante i suoi spostamenti.

Sono cadute nel dimenticatoio le richieste che la famiglia del ragazzo aveva posto al Sindaco di Crema ed agli assessori preposti alla viabilità, durante gli incontri di quartiere, organizzati al fine di raccogliere e cercare di risolvere le lamentele dei residenti delle periferie cittadine. A giugno 2014 il consigliere cremasco della Lega Nord Alberto Torazzi ha presentato una interrogazione al Sindaco di Crema chiedendo quali interventi siano in agenda per poter risolvere il problema “sicurezza” dell’attraversamento ciclabile. La risposta ufficiale dell’assessore è arrivata dopo ben 30 giorni di silenzio totale da parte dell’amministrazione. Nella missiva si legge che sarebbe in corso una verifica e valutazione su un possibile rafforzamento della segnaletica di attraversamento, anche attraverso l’eventuale installazione di lampeggiatori, intervenendo rievidenziando con i colori e con materiali idonei l’attraversamento stesso e provvedendo all’installazione di bande sonore, che ora sono solo bande, per presegnalare la situazione ai conducenti di autoveicoli che ci si sta immettendo in una zona di viabilità con un attraversamento pedonale.

Il problema ad oggi non è stato risolto, la ciclabile è ancora come lo era all’inizio, buia di notte e poco sicura anche di giorno. I residenti del quartiere stanno pensando di effettuare una raccolta firme ed una petizione da presentare al Consiglio Comunale, sperando di poter risolvere la situazione.

Alleghiamo il pdf con l’interrogazione presentata da Torazzi (Lega) e la risposta dell’assessore Fabio Bergamaschi. La foto è stata inviata dall’assessore Bergamaschi come allegato alla risposta. E’ stata estratta da “Google Maps”.

Pdf dell’interrogazione di Torazzi

Risposta dell’Assessore Bergamaschi

gronda 06

This entry was posted in Crema (Cr), Cronaca, News, Politica, Sicurezza and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.